ILLUSTRATOR MONDAY ☆ LITTLE PINE ALICE

- March 25, 2019 -
ILLUSTRATOR MONDAY ☆ LITTLE PINE ALICE
Una nuova settimana comincia e io voglio salutarla e darle il benvenuto, nel modo più colorato e allegro che conosco.
Presentandovi una delle talentuose illustratrici che il web mi ha permesso di incontrare, conoscere e subito inserire tra le mie preferite. Oggi infatti vi presento Alice, meglio conosciuta come Little Pine Alice e il suo Mondo illustrato ispirato ai boschi, alle gite avventurose zaino in spalla, con il vento tra i capelli e le montagne a riempire gli orizzonti.
Alice ha uno stile che mi ha subito affascinato. Semplice, estremamente però coinvolgente e dai colori che, anche se leggeri, riescono a comunicare con molta personalità la sua visione delle cose.
Se ancora non la seguite su Instagram la trovate con il nome di @littlepinealice, ma adesso vogliamo tutti sapere qualcosa di più sul suo lavoro, vero?


1. Quando ti sei avvicinata al mondo dell' illustrazione?
Da quando ho ricordi il disegno è sempre stato una costante, matite, pennarelli, acquerelli, tempere, che ho potuto sperimentare con tecniche tradizionali durante il periodo del Liceo artistico.
Finito il Liceo la mia scelta principale era l'accademia di belle arti ma non sapevo bene cosa avrei voluto fare, alla fine scelsi Design di prodotto all' Accademia di belle arti Laba a Brescia, scelta che comunque rifarei perchè in qualche modo ha cambiato in positivo la mia visione delle cose e l'approccio a qualsiasi forma progettazione (che sia design di un prodotto piuttosto che un progetto illustrato). 
Durante tutto il percorso formativo ho sempre avuto una particolare attenzione per la grafica digitale che successivamente si è tramutata in una forma di illustrazione tornando però al disegno manuale.

2. Quali progetti ti appassiona seguire di più o che vorresti inserire in portfolio? 
I miei progetti preferiti sono tutti legati alla montagna o ai viaggi.
Solitamente chi mi commissiona un'illustrazione o un logo per il proprio brand ha le mie stesse passioni e questo facilita molto il lavoro e crea un legame con il cliente.
In particolare uno dei miei lavori preferiti è stato proprio il logo per una giovane coppia di fotografi  che adorano la montagna e viaggiano spesso e la richiesta principale era quella di unire la fotografia e la passione per l'avventura.

3. Quali sono le tre parole che meglio descrivono i tuoi lavori e il tuo Stile?
Semplicità, tranquillità (dicono) e forse ingenuità.

4. Puoi descriverci la tua giornata tipo?
La mia giornata è divisa in 2, faccio un lavoro part time legato al marketing e finito li torno a casa per lavorare sui progetti di illustrazione: sia su commissione che progetti di prodotti miei (cartoline illustrate, stampe calendari ecc) che poi rivendo sul portale Etsy, quindi mi tengo un giorno durante la settimana per la preparazione degli ordini e la spedizione. Solitamente sono di corsa e in ritardo :/

5. Come hai sistemato la tua zona di lavoro?
La mia zona di lavoro è la mia scrivania: ho una lampada, una pila di fogli disegnati, una pila di fogli nuovi, pennelli e altri strumenti vari, un computer, lo scanner per scansionare i disegni e le cuffie per la musica.
All the illustrations are published
with the kind permission of Alice Pasinetti - LITTLE PINE ALICE

6. Pensi che un illustratore abbia bisogno di uno stile personale? e quali sono i tuoi suggerimenti per svilupparne uno?
Penso che ogni cosa che facciamo, i posti che frequentiamo e quelli ancora da esplorare ci influenzino in qualche modo e anche le nostre passioni, essendo sempre in continuo mutamento, vengano a loro volta influenzate da altre mille cose. Penso che lo stile personale sia sempre in evoluzione, per svilupparne uno proprio bisognerebbe capire prima di tutto cosa ci piace, i nostri riferimenti artistici, musicali e cinematografici. Per un illustratore penso sia fondamentale, è il proprio biglietto da visita. Ad esempio io vorrei essere contattata non perchè sono "brava a disegnare" ma perchè piuttosto disegno in un certo modo.

PRIMAVERA - quando arriva il momento di fiorire

- March 21, 2019 -
PRIMAVERA - quando arriva il momento di fiorire
Ufficialmente è arivata da qualche ora, ma ormai lo sapete da quanti giorni l'aspettavo!
Ad ogni minuto di luce in più, durante le giornate d'inverno, fatte di silenti e scivolosi pensieri che vanno a dormire nei quaderni.
Ad ogni passaggio sotto gli alberi da frutto spogli, che lo so che stanno riposando e allora non li guardo per non mettere fretta alle gemme, addirittura ai miei desideri che corrono.
Ad ogni anno che passa, da quando sono piccola, è talmente forte quello che di bello riesce a darmi, nonostante la tachicardia, il sonno che più pazzerello non potrei immaginarlo, la mole di lavoro che si moltiplica ovunque. Perchè siamo designers ma anche giardinieri e in qualche modo siamo riusciti a rendere possibile e sostenibile una vita dove si pagano prima di tutto le bollette.
Oggi che la Primavera ritorna davvero, io mi emoziono non poco, anche se dietro una tastiera diventa più facile esporsi e mascherare le guance rosse o il ritmo accelerato del cuore.
Insieme a Lei quest'anno è tornata la fioritura di una Magnolia che amo moltissimo e che, tempo fa, era morta per colpa di una potatura ignorante e inutile. Me ne sono fatta regalare un'altra qualche mese fa ancora con i boccioli chiusi, ma già carichi di un'incredibile energia. Ho aspettato con tutta l'impazienza del mondo e poi eccolo, il suo regalo più bello.
Sbocciare lentamente e con semplicità, nel suo momento perfetto. Lo stesso che nessuno potrebbe mai interrompere. Quando sbocciare vuol dire avere il proprio momento di splendore e perfetta consapevolezza di cosa siamo e possediamo dentro di noi.
E poi ci penso continamente, che è uno spettacolo di vera Meraviglia, che accade ovunque, ad ogni Primavera proprio davanti ai nostri occhi.
Senza dover pagare nulla, senza fare sforzi. Ci è dato di assistere a tutta questa immensa perfezione.
E io non riesco a non leggerlo come un messaggio di perfetta Poesia da tenere stretto a me, il più a lungo possibile.
Ed era proprio questo messaggio che io volevo poter custodire e rendere reale, per non dimenticare cosa voglio continuare ad essere. Oggi finalmente ho tra le mani un oggetto che ho pensato e creato prima di tutto per me. Che ora è qui ed è diventato anche un piccolo pezzo di questo nostro Giardino, da poter condividere in maniera tangibile con voi. Che mi regalate coraggio, affetto e tantissima energia per credere in un'idea. Che sono sicuramente più romantica con le parole che brava a elogiare le mie creazioni.
Quindi perdonatemi se non sarò qui a descrivervi nel dettaglio la mia PRESSA PER FIORI.
Mi emoziona troppo parlarne, come se farlo le potesse far perdere la sua delicatezza o la leggera aura di poesia che ho voluto creare per lei.
Per continuare a giocare con tutti i fiori che incontreremo d'ora in poi. Fuori o dentro di noi.
Se vorrete, d'ora in poi, potrete avere una Pressa tutta per voi, insieme a quelle parole che non dovremmo dimenticarci mai. Insieme a tutta la gratitudine di cui sono capace e a un template scaricabile e stampabile (che trovate QUI) per poter creare il vostro Erbario personale.
E adesso ditemi? Siete pronti a sbocciare?

FIORI PRESSATI - POESIA E BELLEZZA DA CUSTODIRE

- March 18, 2019 -
FIORI PRESSATI - POESIA E BELLEZZA DA CUSTODIRE
Da quasi due anni ormai, ho iniziato a raccogliere centinaia di ispirazioni su cosa potrei realizzare con tutti i miei fiori pressati, custoditi con tanto amore tra le pagine dei miei libri.
Oltre ad aver raccolto un immaginario di possibilità davvero incredibile, ho cominciato a pensare che sarebbe stato un buon punto di partenza per la creazione, finalmente, di un prodotto in perfetto stile Paz Garden.
Uno strumento utile, che potesse anche veicolare un messaggio a cui credo molto, con tutta me stessa.
Photo by CARY BATES

Graphic artwork by EVIE SHAFFER

Tutto è cominciato raccogliendo piccoli fiori di campo, poi è arrivata una grafica che avete tanto amato su Instagram, ve la ricordate QUESTA?
Il resto è una storia che vi racconterò il primo giorno di primavera ;-))))

Inutile dirvi che tutto questo avrà a che fare con i Fiori, le bellissime sensazioni che sanno regalarci e anche, un po' con l'arte dello Slow Living attraverso la riscoperta di hobbies e attività manuali che richiedono un po' di pazienza in più!
C'è qualcosa di più rigenerante di una passeggiata in mezzo alla Natura? Qualcosa di più poetico che comprarsi un bouquet come promemoria di quanta Bellezza esista?
Quanti ricordi legati ad un momento possiamo conservare tra le pagine di un libro? Io non vedo l'ora che la Primavera arrivi, con il suo carico di vibrazioni frizzzanti e positive. Ricche di Vita, colore, profumi. E insieme, finalmente, un pezzo tangibile di questo Giardino pazzerello che tanto amo perchè ricco ormai della nostra Amicizia.
Io ritorno ad organizzare al meglio questa nuova settimana ma intanto, per voi, qualcuna delle immagini che ho collezionato e che mi hanno ispirato in questo percorso!!!

PHOTO CREDITS 1 - 23 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8


Arredi in teak- in equilibrio tra resistenza e design

- March 11, 2019 -
Arredi in teak- in equilibrio tra resistenza e design
Il mese scorso vi ho mostrato una bellissima selezione di arredi perfetti per arredare con uno stile minimale non solo l'esterno della vostra casa ma, perchè no, anche i vostri interni.

Vi avevo parlato di Unopiù e del loro percorso progettuale verso la creazione di arredi sempre più focalizzati su una visione di arredamento che sappia armonizzare lo spazio outdoor con quello indoor.
Una vera rivoluzione di pensiero che condivido assolutamente, sia come progettista che come appassionata di arredi e design.
La mia prima selezione ha abbracciato volutamente un mood più contemporaneo e molto attento al design, scegliendo arredi dalle linee semplici e lineari.


Oggi invece voglio parlarvi degli arredi in Teak, che rimane un must have capace di regalare subito quel tocco rustico che subito ci fa respirare aria di vacanza!
Ve ne parlo prima di tutto perchè in assoluto il materiale protagonista del divano Welcome, che mi fa battere il cuore per quanto è bello e assolutamente perfetto in ogni contesto lo si inserisca (soprattutto io adoro la combinazione teak/corda!!!).

Il divano WELCOME perfetto in qualunque contesto!

Secondo perchè, se ancora non foste esperti dei materiali migliori per gli arredi esterni, il Teak è in assoluto uno dei legni più pregiati, tra i pochi che può garantire la resistenza negli anni alle intemperie e agli agenti atmosferici.
La sua facilità di lavorazione inoltre permette di poterlo lavorare declinando molte più possibilità creative e di design. Ecco perchè in passato è stato quasi sempre lui protagonista delle costruzioni navali.
Il valore aggiunto di tutti gli arredi in teak prodotti da Unopiù è poi l'attenta selezione della materia prima, che proviene solo da foreste indonesiane certificate, dove i controlli sono serrati e garantiti dallo Stato e non da foreste sottoposte a disboscamenti senza regole.

Io ho raccolto per voi i miei preferiti. Il mood di oggi vi avviso sarà rustico, contemporaneo e urbano quanto basta per immaginare qualunque arredo e complemento non solo nel vostro Giardino, ma anche tra le mura della vostra Casetta!!!

p.s. Se invece vi sieti persi il Post a tema Contemporaneo + Minimal lo trovate QUI :-)
Morbido tessuto e robustezza del teak per le sedie di design LES ARCS
Si ispira al design americano degli anni '50 il divano modulare HUGO
GINGER la sedia da regista può vestirsi anche di verde!!!
TWEED - il divano che armonizza con leggerezza teak e acciao inox
Stile minimale ed evergreen per la brandina da esterni CAMP COT
Il Design vincente della collezione SYNTHESIS


Post scritto in collaborazione con Unopiù.

YAMAZAKI - Per una casa organizzata con stile e minimalismo

- March 07, 2019 -
YAMAZAKI - Per una casa organizzata con stile e minimalismo
Questa settimana sta volando via veloce e bella ricca di emozioni, devo ammetterlo.
Ritrovarmi ad ospitare una famiglia di ben 6 persone è stata una delle esperienze più belle che potesse capitarmi finora. L'allegria dei bimbi tutti insieme, ben 6 cuccioli con un'età compresa tra i 14 mesi e gli 11 anni, le risate, il disordine, l'allegria che ho visto nei nostri occhi e l'amore respirato nell'aria mi resterà dentro per tantissimo tempo ancora, ne sono certa.
Non ho deciso di fare altri figli ma ho compreso ancor meglio che dove c'è libertà, spazio per il gioco, la creatività e per poche regole chiare e precise, c'è anche spazio e tempo per una sana felicità fatta di sentimenti profondi (anche tra i più piccoli), serenità impagabile e rispetto, anche quando non si parla la stessa lingua.
E visto che vengo fuori da una settimana dove parecchio disordine è stato evitato grazie a piccoli accorgimenti organizzativi messi in atto già da tempo qui da noi... vi lascio curiosare tra le immagini stilose di un brand giapponese dall'estetica ovviamente iper minimal e dal design capace di trovare soluzioni molto intelligenti all'organizzazione di una casa.
Il brand in questione si chiama YAMAZAKI e mi chiedo come mai non avessi scritto un post a tema prima su di loro (visto che avevo già acquistato qualcosa!!!) ma comunque... ho riaggiornato la lista dei miei preferiti per la prossima fase di decluttering che mi attende e oggi la condivido con voi, che ne dite?  Per tutte le info circa la voglia di shopping vi consiglio di contattarli direttamente tramite il loro account instagram (lo trovate QUI) o curiosare anche da soli su Amazon.
E ora buona ispirazione a tema organizzazione casa!!!