ILLUSTRATOR MONDAY ☆ Maki di ABSTRACT TALES

On
18 September 2017
Buon Lunedì pazzerelli, ho appena finito la mia pausa pranzo e sono prontissima a cominciare una nuova settimana insieme a voi scoprendo un'altra talentuosa e delicata illustratrice di cui mi sono innamorata tempo fa, di origine giapponese, autrice della bellissima illustrazione che ho condiviso qualche tempo fa qui su Instagram.
Lei si chiama Maki Hasegawa in arte ABSTRACT TALES, e vive a Milano dal 1999.
Ho da subito perso la testa (si può dire vero?) per le sue illustrazioni dal tratto naïf e poetico che mi hanno subito fatto venir voglia di fare qualcosa insieme a lei.
I suoi colori sono acquerellati e gentili, proprio come lei, e riescono appena li guardi a regalarti quel qualcosa in più che si nasconde nei nostri gesti quotidiani, quelle piccole cose che ci circondano nella vita di tutti i giorni e da cui Maki si lascia ispirare per le sue opere.
In più è un'appassionata illustratrice di set creati per gli amanti delle Snail mail, e vi assicuro, dopo averli acquistati sul suo SHOP (visto l'alto numero di amiche di penna che ho), che sono  S T U P E N D I!!!
Quindi... se son riuscita a farvi innamorare della sua bravura e del suo stile ecco che vi piacerà tantissimo scoprire anche qualche altra curiosità sulla sua arte che trovate nell'intervista qui sotto.
P.s. un grazie di cuore davvero per tutto alla meravigliosa Maki perchè è stato bellissimo lavorare insieme ;-)

1. Quando ti sei avvicinata al mondo dell'illustrazione?
Quando ero molto piccola, perche’ a casa disegnavo sempre. Mi ricordo che quando disegnavo da piccolissima, mi ispiravo molto spesso dai libri illustrati che avevamo in casa oppure quelli che ho visto (letto) all’asilo, e dalle cose che ho visto in giro quando giocavo con gli altri bambini di vicino. Al primo anno di scuola elementare ho fatto un piccolo libro illustrato con l’aiuto della mia madre
sui giorni di campeggio estivo.


2. Cosa ami di più del tuo lavoro? 
Non e’ da molto tempo che ho iniziatio a fare l’illustratrice, ma sono molto felice di aver iniziato. Per iniziare, oltre che dipingere le illustrazioni ho fatto una serie di set di carte da lettera utilizzando i miei dipinti e con questi prodotti ho creato il negozio Etsy “Abstractales". Le carte da lettere sono ancora usate molto in Giappone, Nord America e Nord Europa, anche in Australia e Nuova Zelanda e anche io scrivo dei biglietti e lettere ogni tanto… Ho ricevuto dei messaggi molto positivi e racconti dell’esperienze di averle usato dagli acquirenti di Etsy allora ho capito che i messaggi scritti a mano portano veramente le emozioni delle persone. 
Quando ho visto gli occhi delle persone che si illuminano vedendo i miei dipinti o prodotti o libro illustrato ai mercatini, ho sentito una bella sensazione di onore e soddisfazione.
Quando le cose che ho creato io rendono le persone felici, e quando posso comunicare con le persone, sono molto contenta. Perche’ ogni persona e’ differente, diversa, e se riesco a creare un filo di comunicazione con una energia positiva, sento che il lavoro che faccio è relativa all'arte.



3. Quali sono le tre parole che meglio descrivono i tuoi lavori?
Trasparenza, Dettagli, Storie.


4. Puoi descriverci la tua giornata tipo?
Faccio diverse cose: le mie attività sono progetti personali, il negozio Etsy, e attualmente un progetto di libro illustrato insieme alla Galleria d’arte San Francesco (Dieci notti di sogni), poi se c'è, il lavoro commissionato. 
Il lunedì e il venerdì, al primo mattino vado all’ufficio postale in centro per spedire gli ordini online . Per il resto dei giorni, dopo che ho controllato se ci sono e-mail e messaggi, lavoro! 
Cerco di uscire da casa almeno una volta al giorno, approfittando il giorno che devo ritirare qualcosa stampata dalla tipografia, oppure semplicemente per fare una camminata al parco vicino a casa. 



5. Come hai sistemato la tua zona di lavoro?

Ho una stanza piccola, ma pensata per lavorare in casa. La stanza è piena di cose: tanti scaffali (per prodotti e materiali di spedizione per Etsy, carte, blocchi, CD ,stereo, etc) 2 scrivanie (tavolo per lavorare, tavolo per computer). 
Ho posizionato il mio tavolo da lavoro davanti alla finestra, cosi ricevo la luce del sole. Devo ancora sistemare tante cose, ma mi piace uno spazio piccolo e per me è già comodo. 


6. Pensi che un illustratore abbia bisogno di uno stile personale? e quali sono i tuoi suggerimenti per svilupparne uno?
Penso che un’illustratore ottiene un suo stile lavorando, e ammirando i maestri. 
I maestri possono essere qualsiasi cosa che può dare ispirazione e idea sulla bellezza o un segreto per realizzarla. Possono essere i quadri antichi o contemporanei, decorazioni di architetture, gioielli, oggetti di vita quotidiana, paesaggi, frammenti di natura, animali, libri, e pittori e illustratori storici o attuali….penso che ammirandoli, cerchiamo di trovare un segreto per visualizzare l'idea di bellezza di ognuno. 




Be First to Post Comment !
Post a Comment

EMOTICON
Klik the button below to show emoticons and the its code
Hide Emoticon
Show Emoticon
:D
 
:)
 
:h
 
:a
 
:e
 
:f
 
:p
 
:v
 
:i
 
:j
 
:k
 
:(
 
:c
 
:n
 
:z
 
:g
 
:q
 
:r
 
:s
:t
 
:o
 
:x
 
:w
 
:m
 
:y
 
:b
 
:1
 
:2
 
:3
 
:4
 
:5
:6
 
:7
 
:8
 
:9

Custom Post Signature

Custom Post  Signature